Cerca nel blog

Translate

Post più popolari

Cerca nel blog

mercoledì 3 giugno 2015

#LA NORMANDIA: #DESTINAZIONE TURISTICA DA NON PERDERE

- Mont Saint Michel - - Tour de France - Spiagge dello sbarco

La Normandia offre ai suoi visitatori un patrimonio culturale ricco di bellezze e diversificato nelle proposte. Un ventaglio di siti e attività alla portata del turista, dal suggestivo paesaggio naturale che si affaccia sull’Atlantico, al più moderno « Panorama XXL » di Roue
n,
Sono numerosi i siti iscritti all’UNESCO: le fortificazioni di Vauban, l’arazzo di Bayeux, i merletti di Alençon, il centro della città di Le Havre e il celebre Mont Saint Michel.
Attualmente in lizza per la candidatura al patrimonio mondiale dell’umanità sono le spiagge dello sbarco alleato del 1944.
La regione è percorsa da 640 km di coste, di cui 120 km di falesie in gesso rese celebri dai suggestivi archi e dalle guglie in mare siti a Etretat.
Spostandosi verso i centri cittadini si scopre un’ampia varietà di attrazioni ed un ricco calendario di eventi artistici e culturali. Il memoriale dedicato a Giovanna D’Arco, lo « Scriptorial d’Avranches » dedicato ai manoscritti di Mont Saint Michel, la Città del Mare, parco scientifico e ludico ispirato al mondo acquatico e il celebre evento dell’Armada, festa popolare che raduna sull’estuario della Senna i più grandi velieri del mondo. L’ultima edizione ha registrato 10 milioni di presenze. 
Attualità turistica in Normandia:
- Mont Saint Michel
- Tour de France
- Spiagge dello sbarco
__________________________________________________________________________
Le Mont Saint Michael è un sito di rara bellezza iscritto al Patrimonio dell’Unesco dal 1979. L’armonia tra l’antica struttura architettonica e il paesaggio circostante sono atemporali, ma estremamente fragili e delicati. Nel corso del tempo, infatti, la sedimentazione fluviale si è accentuata al punto da costringere il mare a una progressiva ritirata lasciando dietro di sé una distesa di terra salmastra che, secondo gli esperti internazionali, avrebbe circondato interamente Mont S. Michel entro il 2040, se nessun intervento di salvaguardia fosse stato portato a compimento. Inoltre la presenza di un posteggio ai piedi delle mura snatura profondamente il paesaggio marittimo. Con lo scopo di preservare la baia e il suo ecosistema, l’Europa, la Francia, la Normandia e la Bretagna hanno deciso d’intervenire congiuntamente impegnandosi in un progetto ambizioso: restaurare profondamente il paesaggio garantendo un collegamento tra la baia e Mont Saint Michel rispettoso dell’ambiente.
Nel 1995 sono cominciati gli studi che si sono concretizzati nel 2005 con l’avvio dei lavori di sistemazione e recupero di un territorio tra i più originali d’Europa. Diverse sono state le tappe che si sono susseguite:
 Nel 2009 è entrata in funzione la diga sul fiume Cousenon. Grazie ad essa le acque del fiume hanno acquisito maggior forza tanto da rimuovere sabbie e depositi verso il mare aperto contribuendo in tal modo alla riduzione dei sedimenti. La presenza dello sbarramento combinata al moto delle maree ridona progressivamente a Mont Saint Michel il suo carattere marittimo che entro il 2025 si consoliderà con la presenza dell’estuario del fiume Cousenon.

 Nel 2012 sono stati inaugurati la nuova area d’informazione turistica e di accesso al sito e le nuove modalità di trasporto.

Per rispondere al consistente flusso di turisti che annualmente si attesta a 2.5 milioni di presenze da tutto il mondo, è stato predisposto un parcheggio a 2.5 km del Mont Saint Michel affiancato da un nuovo ufficio turistico e d'informazione (CIT) e da un rinnovato 24

servizio di accoglienza. Entrambi sono collocati all’interno di una moderna struttura in vetro e legno, dove i visitatori potranno utilizzare dispositivi multimediali per scoprire virtualmente le bellezze della baia. Inoltre essi scoprono un allestimento scenografico che presenta le ricchezze del patrimonio turistico della Bretagna e della Normandia.
I visitatori hanno la possibilità dopo aver lasciato auto e autobus scegliere il percosso di accesso tra due diverse modalità : la prima, a bordo di una navetta attiva 7 giorni su 7 e 24h su 24h e la seconda, una passeggiata a piedi.
 Nel 2014 è entrata in funzione la nuova passerella che collega la baia a Mont Saint Michel e il piazzale d’arrivo ai piedi del sito, si tratta di un’opera che valorizza l’ambiente marittimo.
La passarella si sviluppa sopra il livello delle maree così da permettere ai visitatori di contemplare lo spettacolare fenomeno e non ostacolare il libero flusso delle acque.
Il piazzale d’arrivo, invece, per una ventina di giorni l’anno è sommerso completamente sotto i flutti delle maree e il Mont Saint Michel ritorna ad essere un’isola. Questo fenomeno era scomparso dal 1879 in seguito alla costruzione della « diga-strada ».
 Nel 2015 in occasione dell’apertura della stagione turistica tutti i lavori di salvaguardia del patrimonio saranno portati a termine e la loro conclusione verrà simbolicamente sugellata dallo smantellamento dell’antica « diga-strada ».

Il 2015 e 2016 sarà per la Normandia un biennio davvero importante con un denso calendario di eventi di richiamo nazionale e internazionale.
CICLISMO - Nei mesi di luglio e agosto 2015 la regione ospiterà tre eventi di ciclismo, il 9 luglio sarà la volta del Tour de France con l’arrivo di una tappa a Le Havre- Haute Normandie, mentre il giorno seguente, il 10 luglio sarà la volta della partenza del Tour da Livarot. Nel mese di agosto avrà inizio presso Pieux-dans-la-Manche, il Tour de l’Avenir.
Nel 2016 la Normandia organizzare la partenza della prima tappa del Tour de France.
UNESCO - La Bassa Normandia dal 2014 è impegnata nella campagna d’iscrizione all’Unesco delle spiagge dello sbarco alleato del 1944. Il progetto ha avuto inizio con la consegna della candidatura presso la competente organizzazione internazionale.
La valorizzazione dell’importanza storica di questo sito è l’obiettivo principale, poiché esso è la testimonianza simbolica d’importanti valori quali la libertà e la volontà di costruire una pace duratura.
160.000 uomini di 17 nazionalità diverse sono sbarcati il 6 giugno 1944 sulle spiagge dal nome in codice di Utah e Omaha per gli americani, di Juno per i canadesi e di Gold e Sword per le forze britanniche. L’azione bellica ha contribuito alla caduta del Reich tedesco l’8 maggio 1945, ma le operazioni militari sono proseguite fino al 12 settembre 1944 con la presa di Le Havre.
Da settant’anni lo sbarco è ricordato con delle cerimonie internazionali che si svolgono su queste spiagge; la più importante si è svolta il 6 giugno 2014, in occasione del 70° anniversario e a cui hanno partecipato 18 capi di Stato e di Governo.
Per sostenere la candidature all’Unesco è possibile consultare il sito www.liberte-normandie.com   
Alta Normandia: Il treno dell’impressionismo
_________________________________________________________________________
La regione Alta Normandia in collaborazione con il Comitato Regionale del Turismo e tutti gli attori del settore turistico, compresa la SNCF propone, a partire dal 18 aprile 2015, un gita fuori porta a Gyverny, Vernon e Rouen a bordo del Treno dell’Impressionismo ornato internamente ed esternamente dai più celebri dipinti di Claude Monet e Camille Pissarro.
Tre sono i convogli che dal 18 aprile 2015 al 27 settembre 2015 percorrono la linea ferroviaria Parigi-Vernon/Giverny-Rouen per condurre le migliaia di turisti verso i luoghi che hanno rapito, per i loro colori e le loro luci, pittori come Claude Monet, Camille Pissarro. Si tratta di un collegamento ferroviario che unisce la stazione di Paris St Lazare alle principali destinazioni turistiche dell’impressionismo di Giverny e Rouen.
Giverny ospita dal 2010 un’importante manifestazione, il Festival dell’Impressionismo, che celebra i colori e le atmosfere suggestive dei luoghi cari a Monet. La prossima edizione si svolgerà dal 16 aprile al 26 settembre 2016.
Già dal momento in cui il turista sale a bordo del treno è catturato dall’atmosfera impressionista, all’interno del convoglio si snoda un percorso informativo costituito da pannelli che illustrano la vita dei pittori e la storia della loro opera riprodotte sulla parte esterna del treno.
Il pacchetto « Treno dell’impressionismo » comprende l’andata e il ritorno verso la Normandia dalla stazione parigina di Saint-Lazare e l’ingresso riservato in uno dei musei e dei siti culturali impressionisti. Due sono le destinazioni proposte:
 Una giornata a Giverny (sabato o domenica) che comprende – andata e ritorno in treno, navetta che dalla stazione di Vernon-Giverny porta al sito di Giverny, biglietto riservato per accedere al Museo degli Impressionisti, alla casa e ai giardini di Claude Monet a Giverny.
 Una giornata a Rouen (sabato o domenica) che comprende – andata e ritorno in treno, ingresso al Museo delle Belle Arti valido per le collezioni permanenti e la mostra temporanea «Siena, alle origini del Rinascimento» aperta fino al 17 agosto 2015.
 Il «Rouen Normandy Tourisme et Congrès» propone ai turisti desiderosi di soggiornare un interno weekend presso Rouen diverse soluzioni come la scoperta del porto, la visita guidata della città, pranzo o cena a bordo del battello «Escapade», l’ingresso al “Panorama XXL” o al memoriale dedicato a Giovanna D’Arco.

Tutte le soluzioni di viaggio verso Giverny e Rouen sul sito www.letraindelimpressionisme.fr

Giverny e Rouen
Giverny offre ai suoi visitatori l’incanto dei giardini e dell’abitazione in cui per più di 40 anni visse Claude Monet fino alla sua morte nel 1926. Al suo interno è possibile ripercorrere la quotidianità dell’artista che adibì il soggiorno a proprio atelier, in cui è ancora possibile ammirare la collezione di stampe giapponesi. I giardini sono tappezzati di fiori e ospitano il celebre lago abbellito da numerose piante orientali, da ninfee e salici piangenti, attraversato dal piccolo ponte giapponese.
A poca distanza si trova il Museo dell’impressionismo che dal 27 marzo al 19 luglio 2015 ospita la mostra temporanea intitolata «Degas, un pittore impressionista ?». Curata in collaborazione con il Museo D’Orsay di Parigi, l’esposizione comprende circa 80 opere dell’artista .
Ogni anno presso la stazione di Vernon, che per l’occasione è stata rinominata «Gare de Vernon/Giverny » transitano circa 200.000 viaggiatori. Mentre i luoghi turistici della cittadina accolgono in media 600.000 visitatori l’anno.
Per maggiori informazioni :
Fondation Claude Monet, 84 rue Claude Monet 27620 Giverny,
+ 33.02.32.51.28.21 ; www.fondation-monet.com  
Musée des Impressionnismes, 99 rue ClaudeMonet 27620 Giverny

+ 33.02.32.51.94.65, www.mdig.fr
Rouen offre un patrimonio artistico eccezionale: la Cattedrale di Notre-Dame, Il Grande Orologio, la piazza del Vecchio Mercato, l’Abbazia di Saint-Ouen e molto altro ancora. Il Museo delle Belle Arti, di rinomato pregio artistico possiede la più ricca collezione di opere impressioniste al di fuori di Parigi.
Due nuove attrazioni si aggiungono alle tradizionali bellezze turistiche della città: il “Panorama XXL”, e il Memoriale dedicato a Giovanna d’Arco.
 Il “Panorama XXL” è una sala circolare di 34m di diametro, posizionata a 35m di altezza equipaggiata di piattaforme d’osservazione e arricchita internamente da dipinti murali giganti a 360°. Si tratta di opere dell’artista tedesco Yadegar Asisi.www.panoramaxxl.com  

Il Memoriale dedicato a Giovanna D’Arco aperto dal 21 marzo 2015, ripercorre l’epopea della paladina francese che a Rouen fu giustiziata e dove si svolse il processo che a posteriore riconobbe la sua innocenza. www.historial-jeannedarc.fr 


Nessun commento:

Posta un commento