Cerca nel blog

Translate

Post più popolari

Cerca nel blog

giovedì 12 dicembre 2013

Natale nel Salento, dai presepi viventi alla Focara di Novoli




INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO


Diventare il personaggio di un presepe vivente a Vignacastrisi o San Donato, raccogliere le olive e veder nascere l’olio, partecipare alla costruzione della Focara di Novoli durante la sfilata dei carretti tradizionali, mentre sfilano gli sbandieratori di Oria e brindare con un buon calice di Negroamaro. Sono questi i punti di forza di un nuovo pacchetto turistico che è stato testato nel Salento da un gruppo di giornalisti nazionali per promuovere il turismo anche in pieno inverno. “L’obiettivo è di destagionalizzare il turismo e promuovere la nostra meravigliosa terra anche in pieno inverno, proponendo esperienze ed emozioni”, dice il sindaco di Ortelle Francesco Maria Rausa. Questo nuovo pacchetto turistico è stato organizzato da Regione Puglia, assessorato al turismo, guidato da Silvia Godelli, dall’ agenzia Pugliapromozione, presieduta da Giancarlo Piccirillo e dai sindaci Francesco Massimiliano Rausa (Ortelle, comune capofila),  Cosimo Pomarico (Oria), Salvatore Albano con l’assessore Pietro Falli (Porto Cesareo), Oscar Marzo Vetrugno (Novoli), Fernando Leone (Guagnano), dall’Associazione degli operatori turistici di Vignacastrisi (www.vignacastrisi.it), presieduta da Sergio Positano e dalla rivista di turismo e cultura del Salento, Spiagge (www.mediterraneantourism.it) , diretta da Carmen Mancarella, che festeggerà il Ventesimo educational per giornalisti nel Salento.
I giornalisti sono stati ospitati grazie all’impiego dei fondi europei P.O. Fesr 2007-2013, Asse IV, Linea di intervento 4.1, azione 4.1.2, messi a disposizione da Regione Puglia, assessorato al turismo, che ha approvato il progetto presentato dal Comune di Ortelle. In campo l’Ufficio turismo  della Regione Puglia diretto dalla dottoressa Tonia Riccio e composto da Antonella Pische, Egidia Grieco, Annamaria Maiellaro e Antonio Marani, che hanno seguito con competenza e professionalità l’evento.

ORIA E IL CASTELLO DI FEDERICO II. La prima tappa è Oria, in provincia di Brindisi. Sulla sua rocca magnifico e imponente si eleva il castello ampliato nel ‘200 da Federico II, che, in attesa di convolare a nozze con Jolanda Di Brienne, si dava a feste di addio al celibato, cacciava e intratteneva la sua corte per la prima volta con il Torneamento dei rioni. Il castello domina i due mari, lo Jonio e l’Adriatico, da cui Oria è equidistante e ai suoi piedi si snoda un centro storico di incomparabile bellezza con il caratteristico quartiere ebraico dove visse Donnolo, un famoso medico farmacista al quale è dedicato l’ospedale di Tel Aviv. Tutti gli anni, nella prima decade di agosto, per ricordare l’arrivo di Federico II a Oria, la Pro Loco organizza il Torneo dei rioni, che coinvolge più di 800 personaggi. E quest’anno sarà annunciata l’importante iniziativa “Oritani nel mondo”, che mira a fare degli emigrati di Oria i primi ambasciatori della bellezza della città nei luoghi in cui vivono.
PORTO CESAREO. Le meravigliose spiagge di Porto Cesareo sono belle da vivere anche in inverno. Tra Puntaprosciutto dalle alte dune e Torre Lapillo, fino ad arrivare al lungomare di Porto Cesareo, c’è solo l’imbarazzo della scelta. In pieno inverno poi non c’è niente di meglio che fare una passeggiata lungo la via delle pescherie, unica al mondo per la varietà di pesce che viene offerto direttamente dagli oltre 100 pescatori artigianali, che formano tutti assieme la più grande marineria d’Italia. La triglia rossa di scoglio è il pesce tipico e gustoso di Porto Cesareo.
ORTELLE TRA DOLLMEN CRIPTE E PRESEPI VIVENTI. Ad appena un chilometro da Castro, sul mare Adriatico e le sue scogliere a picco sul mare, ecco Ortelle, divenuta famosa per il maialino, che, allevato secondo disciplinari tradizionali, viene servito arrosto durante la Fiera di San Vito, la quarta  domenica di ottobre. Da visitare la cripta di Santa Maria della Grotta dove si può ammirare un affresco raro: la Madonna raffigurata per ben due volte con copricapo regali regge il manto quaresimale e viene indicata come madre di Dio e della Chiesa. A pochi passi da Ortelle si trova il dollmen più grande della Puglia, dopo quello di Bisceglie. Siamo a Minervino, nel parco della preistoria. E, tra il mare azzurro e la magia delle pietre, durante le festività natalizie si può assistere al presepe vivente di Vignacastrisi, che inizia con una scena molto originale: una coppia di sposi del paese, che attendono realmente un bimbo, bussano la sera del 24 alle case di Vignacastrisi per cercare alloggio. Ma vengono cacciati, proprio come accadde duemila anni fa a Maria e Giuseppe. Dal 25 poi si dà vita a un presepe vivente straordinario fatto di piccoli artigiani, antichi mestieri, mentre Gesù nasce in un frantoio ipogeo.
IL PRESEPE DI SAN DONATO. Tra i più antichi presepi viventi vi è quello di San Donato, organizzato da don Donato e i volontari (dondonatomission@tiscali.it). Le scene sono ambientate nelle antiche case a corte del centro storico, viene riaperto il forno del paese da dove si sfornano pane fragrante e pittule, mentre i visitatori attraversano il museo della civiltà contadina, che si trova in pieno centro storico.
NOVOLI E LA FOCARA. E’ diventato l’evento clou dell’inverno pugliese. Migliaia di fascine costruite con i tralci della vite appena potata vengono utilizzate per costruire la grande pira alta 25 metri e con un diametro di 20. Il falò viene acceso la sera del 16 gennaio, in onore di Sant’Antonio Abate, con spettacolari fuochi d’artificio. Si balla tutta la notte a ritmo di suoni del Mediterraneo e di pizzica. E, come nella Notte della Taranta, vengono chiamati grandi artisti ad interpretare la musica popolare, così la Notte della Focara è un grande artista di richiamo internazionale a interpretare e ad aggiungere qualcosa di suo a quello che viene considerato un monumento dell’arte contadina. Sarà l’artista cosmopolita Hidetoshi Nagasawa a interpretare quest’anno la focara. Premio fotografia a Peppe Avallone, mentre sarà possibile visitare la mostra fotografica di Letizia Battaglia. La costruzione della focara inizia un mese prima, il 15 dicembre, con la tradizionale sfilata dei carretti carichi di tralci di vite. E nell’ottica di unire le forze per promuovere al meglio la bellezza della Puglia e dei suoi eventi, Oria e Novoli hanno concluso un patto di collaborazione. Infatti, dopo il successo dello scorso anno, a sfilare in processione con Sant’ Antonio e a circondare la focara saranno gli sbandieratori dei quattro rioni di Oria.
GUAGNANO E LE TERRE DEL NEGROAMARO. Ma il cuore della focara è nei vigneti di negroamaro, vaste distese che caratterizzano soprattutto il territorio di Guagnano, un centro a pochi chilometri da Novoli, dove l’attività principale è la viticoltura. Ci sono sei grandi cantine che esportano vino di Negroamaro in tutto il mondo. Un tempo il Negroamaro veniva esportato a quintali per tagliare i vini del Nord. Oggi viene imbottigliato. Tra i pionieri l’Azienda Leone de Castris, di Salice Salentino, cui si deve la nascita della dop più famosa, il Salice Salentino. Quest’anno il Comune di Guagnano con il suo sindaco, Fernando Leone, hanno deciso di conferire un meritato riconoscimento a Piernicola Leone De Castris, per i primi 70 anni del Five Roses, il primo vino del Salento che venne esportato negli Stati Uniti.
                                                                                                                 Carmen Mancarella
Dove dormire  Associazione degli operatori turistici di Vignacastrisi www.vignacastrisi.it
**Bed and breakfast Giada Via Po fronte nr. 53 73030 – Vignacastrisi (Lecce) Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860 Sito web: www.giadabb.com
Via San Francesco, 2173030 Vignacastrisi (LE)Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860Sito web: www.lechianche.org

Bed and Breakfast “Le Rose” Via G. Verdi n. 12 73030 Vignacastrisi – Lecce Puglia Italia - Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860 www.salentoallerose.com

Bed and Breakfast Il Corallo Del Salento Via Paolo VI Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860
Sito web: http://www.ilcorallo1.com/

Il Melograno Bed&Breakfast  Via Vecchia Ortelle, 20
Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860
www.bbcostadelsalento.it

Palazzo Guglielmo Piazza Umberto I – Vignacastrisi
Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860
www.palazzogugliemo.it

Eco di mare Casa Vacanze Via S. Francesco 21
Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860
www.ecodimare.it

Bed and breakfast Donnalina Via Salvatore Quasimodo 73030 – Vignacastrisi (Lecce)  Ufficio Prenotazioni Vi.T.O.: 328.0628860 www.donnalina.it

Ristorante Mustafà Via Romi 73030 – Vignacastrisi (Lecce)  Tel: 328.4075691

Azienda Agrituristica L’Aia – Via Vecchia Ortelle – 73030 – Vignacastrisi (LE)
 Ufficio Prenotazioni Vi.T.O. (camere): 328.0628860 Per pranzi e cene: 0836.920451 / 338.2913582Sito web: www.agriturismolaia.it

Agriturismo Le More
via prov.le per il mare73030 – Vignacastrisi (Lecce)  Ufficio Prenotazioni Vi.T.O. (camere): 328.0628860  Per pranzi e cene: 0836.920694 / 320.8469744

Agriturismo Montenachiro Str. Com. Scaledde 73030 – Vignacastrisi (Lecce)  Ufficio Prenotazioni Vi.T.O. (camere): 328.0628860 Per pranzi e cene: 347.4003801 / 340.4766867
Sito web: www.agriturismomontenachiro.it Azienda agrituristica "La Torre" , Vignacastrisi, www.latorresalento.it    tel.3205567520- 3200851366    

L’Orecchietta Via Vittorio Veneto 29 Guagnano  www.lorecchietta.com r_mino@libero.it  Tel. 0832. 70 57 96 Cell. 334 72 20 264

Ristorante Grand’Italia
Via Ludovico Muratori, 15, Porto Cesareo Lecce Tel. 0833 563094






















Nessun commento:

Posta un commento