Cerca nel blog

Translate

Post più popolari

Cerca nel blog

martedì 22 luglio 2014

www.germany.travel,

il portale online della Deutsche Zentrale für Tourismus (DZT), si posiziona più che bene nel confronto tra i siti Internet di 21 enti nazionali per il turismo di tutto il mondo. È quanto risulta da uno studio di benchmarking che la DZT ha commissionato al Digital Tourism Think Tank di SE1 Media.
Per lo studio comparativo sono stati scelti i siti web di Paesi di particolare rilevanza nel mercato turistico e appartenenti a diverse cerchie culturali, insieme a portali che vengono considerati particolarmente innovativi dal settore. Gli esperti li hanno valutati in base a cinque categorie: ispirazione & design, integrazione con i social media, contenuti, funzioni di ricerca e cellulari & tablet.
Il portale della DZT ha ottenuto una buona valutazione per quanto riguarda l'integrazione con i social media. Social Sharing e contenuti generati dagli utenti (User-generated content) sono i fattori che oggi, nell'ottica dei fruitori, assicurano un successo a lungo termine dell'online marketing. Con la sua recente campagna rivolta ai giovani, per esempio, la DZT ha stabilito dei criteri basilari. Contenuti di facile accesso e sufficientemente approfonditi, l'assenza di barriere, cartine interattive, la disponibilità in diverse lingue e la segnalazione di eventi d'attualità garantiscono al sito web della DZT un buon posizionamento anche per quanto riguarda l'aspetto Content.
Al successo del portale tedesco contribuiscono inoltre le sue funzioni di ricerca, basate non soltanto su una sintassi logica, ma anche su sinonimi e fonetica. Nella categoria cellulari & tablet la DZT sta attualmente sviluppando nuove funzionalità, per cui quest'ambito non è stato valutato dagli analisti.
Giudicati invece buoni i contenuti del sito DZT, specie per quanto riguarda il tema "ispirazione & design". Immagini emozionali e funzioni utili come le brochure elettroniche o gli strumenti per pianificare il viaggio contribuiscono all'immagine positiva del sito.
"I risultati di questo studio avvallano la nostra strategia che è stata quella di entrare presto nel mondo online, di connettere sistematicamente in rete tutte le opportunità offerte dalla

Nessun commento:

Posta un commento